• Energia-risparmio-slide1
  • Energia-risparmio-slide2
  • slidetvcc
  • impiantistica
  • luminarie
 

Solare Termico e Pavimenti Radianti

SOLARE TERMICO E PAVIMENTI RISCALDATI
I pannelli solari termici permettono di riscaldare l'acqua per l'uso quotidiano senza utilizzare gas o elettricità.
Si basano su un principio molto semplice: utilizzare il calore proveniente dal Sole e utilizzarlo per il riscaldamento o la produzione di acqua calda che può arrivare fino al 90% del fabbisogno.
Entro certi limiti sono pertanto un efficace sostituto dello scaldabagno elettrico o della caldaia a gas per generare acqua calda per lavare piatti, fare la doccia, il bagno ecc. Come funziona un pannello solare termico?  Un pannello solare termico (o collettore solare) è in grado di assorbire il calore dei raggi solari e trasformarlo in calore, per riscaldare l'acqua contenuta in un serbatoio.

Il periodo di tempo necessario è fortemente variabile in base all'esposizione solare, alla stagione, alle condizioni meteorologiche e alla latitudine. Nelle ore notturne è soltanto possibile utilizzare l'acqua riscaldata precedentemente nelle ore diurne.
Una volta esaurita occorrerà attendere di nuovo il sorgere del sole e le ore necessarie per riscaldare nuovamente l'acqua. Il numero dei pannelli solari termici necessari, è determinato dalle esigenze dell'utenza e dal clima del luogo.
Un pannello termico della dimensione di un metro quadro riesce a produrre in media 80-130 litri d'acqua calda al giorno. Pertanto un metro quadro di pannello dovrebbe soddisfare le esigenze d'acqua calda di 1-2 persone. Le principali domande che si pone chi si interessa per la prima volta ai pannelli solari termici sono: "e quando piove? quando è nuvoloso? di notte?". La tecnologia ha superato da tempo questi handicap. L'acqua sanitaria riscaldata viene mantenuta in serbatoi coibentati per garantire una lunga autonomia.

Il Pavimento Radiante è un sistema di riscaldamento degli ambienti basato sulla circolazione dell’acqua calda a bassa temperatura all’interno di una rete a spirale di tubi annegati nello spessore del pavimento. I vantaggi di tale impianto sono notevoli e indiscutibili:
Risparmio energetico: dovendo produrre acqua calda di riscaldamento a 30°-40° anzichè a 70°-80°, si ottiene un notevole risparmio sui costi di gestione dell’impianto stesso: la caldaia non deve lavorare alla sua massima potenzialità e ciò si traduce in un minore consumo di combustibile, con un abbattimento dei costi di riscaldamento dal 15% al 30%. 
Comfort: grazie all'uniforme diffusione del calore su tutta la superficie della casa,

Gli impianti radianti a pavimento, possono essere utilizzati anche in estate per climatizzare gli ambienti aggiungendo una macchina frigorifera, uno o più estrattori di umidità e una dispositivo di termoregolazione regolazione estiva; nell’ impianto a pavimento verrà fatta circolare dell’ acqua raffreddata alla temperatura di circa 14°C. Questa reversibilità in impianto climatizzatore è molto vantaggiosa perchè prevede di utilizzare lo stesso impianto radiante sia in Inverno che in estate.


Galleria

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. privacy policy.Ok